Legge di Bilancio 2020 – principali novità Area fiscale

Legge di Bilancio 2020 – principali novità Area fiscale

Regime forfettario

Abrogata la disciplina introdotta dalla legge di bilancio 2019 che consentiva dal 2020 alle persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni che avessero conseguito ricavi/compensi tra 65.001 e 100.000 euro di avvalersi di un’imposta sostitutiva con aliquota 20% dell’imposta sul reddito.

Resta fermo a 65.000 euro il limite dei ricavi conseguiti o compensi percepiti nell’anno precedente per accedere al regime forfettario agevolato.

Cause di esclusione

Tra le cause di esclusione, oltre a quelle già vigenti che rimangono inalterate, viene aggiunto che non possono avvalersi del regime forfettario i soggetti che nell’anno precedente hanno percepito redditi di lavoro dipendente o assimilato eccedenti i 30.000 euro ( se però, il rapporto di lavoro è cessato, la verifica di tale soglia è irrilevante)

Nuova rivalutazione per terreni e partecipazioni

E’ possibile rivalutare il costo/valore di acquisto di partecipazioni non quotate e terreni (edificabili o con destinazione agricola):

  • posseduti alla data del 1 gennaio 2020
  • detenuti da persone fisiche al di fuori dell’attività d’impresa o di lavoro autonomo, società semplici, enti non commerciali e soggetti non residenti

Entro il 30 giugno 2020 occorre che:

  • un professionista abilitato rediga e asseveri perizia di stima
  • il contribuente interessato versi l’imposta sostitutiva (11% della rideterminazione del costo fiscale) per l’intero suo ammontare, ovvero limitatamente alla prima delle tre rate annuali qualora si decida per la rateazione ( 30/06/2020 – 30/06/2021 – 30/06/2022)

Nuova rivalutazione beni d’impresa e partecipazioni

Riproposta la possibilità per le imprese di rivalutare i beni d’impresa e le partecipazioni in società controllate e collegate, risultanti dal bilancio di esercizio al 31/12/2018, esclusi gli immobili alla cui produzione e scambio è diretta l’attività dell’impresa.

Pagamento di un’imposta sostitutiva del:

  • 12% per i beni ammortizzabili;
  • 10% per i beni non ammortizzabili

da versare in un’unica rata entro il versamento del saldo delle imposte sui redditi per il periodo d’imposta con riferimento al quale la rivalutazione è eseguita.

Estromissione beni immobili imprese individuali

Riproposta anche per l’anno 2020 la possibilità di estromettere dal patrimonio dell’impresa individuale i beni immobili strumentali posseduti alla data del 31 ottobre 2019.

Facoltà di applicare un’imposta sostitutiva di Irpef e Irap dell’8% sulla “differenza” tra il valore normale dei beni ed il relativo valore fiscalmente riconosciuto, assumendo il valore iscritto nel libro degli inventari oppure nel registro dei beni ammortizzabili, al netto delle quote di ammortamento.

Possibilità di versare l’imposta sostitutiva in 2 rate con scadenza 30 novembre 2020 (60% dell’imposta dovuta) e 30 giugno 2021 (40%).

Rimodulazione oneri detraibili

Le detrazioni IRPEF spettanti per taluni oneri detraibili saranno parametrate in funzione del reddito complessivo:

  • Reddito complessivo non eccede 120.000 euro detrazione per intero della spesa sostenuta;
  • Se reddito complessivo > 120.000 euro detraibilità limitata al rapporto tra 240.000 euro diminuito del reddito complessivo, e 120.000 euro;
  • Se reddito complessivo > 240.000 euro NO DETRAZIONI

Resta l’integrale detraibilità per:

  • interessi passivi da mutui ipotecari per l’acquisto dell’abitazione principale;
  • interessi passivi pagati in dipendenza di prestiti o mutui agrari nel limite dei redditi dei terreni dichiarati;
  • interessi passivi per mutui contratti dal 1998 per la costruzione e la ristrutturazione edilizia dell’immobile abitazione principale;
  • spese sanitarie.

 

Tracciabilità delle detrazioni

E’ prevista una disposizione che “subordina” la fruizione della detrazione del 19% (oneri detraibili) al pagamento con strumenti tracciabili.

Per strumenti tracciabili sono da intendersi i versamenti bancari o postali ovvero quelli avvenuti tramite carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari.

Resta ferma la possibilità di pagare in contanti, senza perdere il diritto alla detrazione, i medicinali e i dispositivi medici, nonché le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al SSN. 

 

Misure premiali utilizzo pagamenti elettronici

Le persone fisiche maggiorenni che effettuano “abitualmente” – al di fuori di attività d’impresa o esercizio di professione – acquisti con strumenti di pagamento elettronici hanno diritto ad un rimborso in denaro.

Con apposito D.M., da emanarsi entro il 30 aprile 2020, saranno individuati condizioni e criteri per tale misura premiale.

Prorogate detrazioni per:

  • Ecobonus
  • Ristrutturazioni edilizie
  • Bonus mobili

Introdotto il BONUS facciate: detraibilità dall’imposta lorda sul reddito delle persone fisiche del 90% delle spese documentate, sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi edilizi finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici.

Alla detrazione non si applicano limiti massimi di spesa

Proroga del Super e Iper Ammortamento per investimenti in beni strumentali nuovi.

 

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

CNA Associazione Territoriale di Rimini
Piazza Leopoldo Tosi, 4 - Rimini
CF 91018600402

Powered by SIXTEMA Spa