L’anno che verrà: l’incontro di Cna con l’Amministrazione di Riccione

L’anno che verrà: l’incontro di Cna con l’Amministrazione di Riccione

 

Grande partecipazione alla serata di martedì al Pastrocchio promossa dalla CNA di Riccione, che ha invitato i propri associati ad un incontro con l’Amministrazione Comunale.

Gli argomenti affrontati erano temi inerenti i principali settori imprenditoriali rappresentati dall’Associazione:

Artigianato, Commercio, Settore Balneare, Turismo in generale;

Da parte di CNA è stata apprezzata molto la partecipazione quasi al completo della Giunta Comunale al confronto.

La serata ha avuto inizio con la presentazione di alcune slide che sono state di supporto alla comprensione delle trasformazioni in atto a livello globale dei tradizionali modelli socio-economici di sviluppo; ci troviamo difronte a cambiamenti epocali che oggi pochi sanno prevedere e per questo motivo occorre intraprendere fin d’ora un percorso unitario, pubblico/privato, che ci porti ad agganciare le trasformazioni con le azioni più adeguate, ed ognuno per la propria competenza, per il proprio ruolo mettere in campo comportamenti ed azioni virtuose.

L’Associazione dal canto suo ha il compito primario di formare una classe imprenditoriale all’altezza del nuovo modo di fare impresa; una formazione che non può prescindere dalla trasmissione di valori etici, quali la valorizzazione delle risorse umane; il pensare oltre che alla propria economia anche al benessere del contesto in cui vive creando opportunità e valore per tutti; occorre stimolare la capacità di comprensione e percezione delle opportunità, la costruzione del pensiero imprenditoriale che riesca a vedere in prospettiva il futuro; deve fornire agli imprenditori gli strumenti per affrontare i cambiamenti quali.

La capacità di leggere i dati oggettivi,
Di strutturare progetti, come quelli per l’internazionalizzazione e dei finanziamenti connessi;
Di conoscere e saper intrepretare le normative di settore come pure gli strumenti di utilizzo,
Orientarli nelle decisioni di investimento e nell’accesso agli incentivi.

Un esempio su tutti nel settore dell’ARTIGIANATO la crisi ha aperto delle prospettive differenti su cui occorre riflettere, perché stiamo assistendo ad una trasformazione profonda. L’avvento della tecnologia sempre più facile da utilizzare ed accessibile porterà ad un cambiamento che vedrà la riduzione degli spazi, già assistiamo al graduale ridimensionamento dei magazzini nelle aziende grazie alla velocizzazione dei trasporti e alla modernizzazione della logistica. Inevitabilmente le superfici degli attuali capannoni artigianali risulteranno eccessive, per di più i costi di manutenzione degli stessi non diminuiscono con le necessità. Criticità quindi delle zone artigianali: necessità di riqualificazione e rigenerazione delle stesse aree, recupero degli edifici e spazi pubblici. Qui entra in gioco il ruolo dell’Amministrazione Comunale, che nel confronto ha condiviso le problematiche, ma soprattutto la necessità di affrontarle in un’ottica di sistema.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

CNA Associazione Territoriale di Rimini
Piazzale leopoldo Tosi, 4 - Rimini
CF 91018600402

Powered by SIXTEMA Spa