DEHOR, LA SOPRINTENDENZA CAMBIA LE REGOLE IN CORSA? CNA PRONTA ALLA BATTAGLIA LEGALE

DEHOR, LA SOPRINTENDENZA CAMBIA LE REGOLE IN CORSA? CNA PRONTA ALLA BATTAGLIA LEGALE

Fare impresa è complicato, a Rimini ancora di più. Tre anni fa CNA ha dato il proprio contributo al tavolo con Comune e Soprintendenza dal quale è scaturito il regolamento per la gestione dei dehor con concessioni annuali, il tutto per garantire alle imprese un quadro normativo certo, necessario per attivare investimenti.

“Com’è possibile che oggi la Soprintendenza voglia smantellare tutti i dehor perché alcune attività non hanno rispettato il regolamento?” si chiede meravigliato Davide Ortalli Direttore di CNA Rimini “Si sanzioni chi ha sbagliato e si tuteli chi ha rispettato la legge, investendo soldi. Se la Soprintendenza tutela, giustamente, beni culturali e paesaggistici chi tutela chi contribuisce con il proprio lavoro a dare un anima ai luoghi della città? Vogliamo un centro storico ed un lungomare desolato? Forse dovremmo rifugiarci tutti in un centro commerciale?

Oggi la Soprintendenza, essendoci alcuni che non hanno rispettato le regole, chiede a tutti i bar e ristoranti di Rimini di smontare tutto, trasformando permessi annuali in stagionali, da marzo ad ottobre. E’ assurdo” continua Ortalli “E la maggioranza delle realtà che hanno rispettato il regolamento? Cambiare le regole in corsa mette in ginocchio chi fa impresa in modo corretto, non ha senso.

CNA come si era attivata tre anni fa per dare un orizzonte normativo certo ai propri associati non rimarrà ferma” conclude Ortalli “Daremo sostegno legale a quelle imprese in regola e colpite ingiustamente da un provvedimento in totale contrasto con quanto succede in tanti altri comuni d’Italia”.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

CNA Associazione Territoriale di Rimini
Piazza Leopoldo Tosi, 4 - Rimini
CF 91018600402

Powered by SIXTEMA Spa