Bando Unioncamere per internazionalizzazione

Bando Unioncamere per internazionalizzazione

Il bando sostiene iniziative di promozione sui mercati esteri e interventi volti ad accrescere le competenze manageriali in tema di internazionalizzazione allo scopo di supportare le imprese che vogliono approcciare per la prima volta i mercati esteri, o che già esportano ma in modo soltanto occasionale.

SOGGETTI BENEFICIARI

Il presente bando è rivolto a PMI con sede legale e operativa in Emilia-Romagna. Le imprese destinatarie del presente bando devono avere un fatturato minimo di € 500.000,00 cosi come desunto dall’ultimo bilancio disponibile.

Le imprese beneficiarie devono essere al momento della presentazione del bando non esportatrici o esportatrici non abituali sono cosi definite:

  • è impresa non esportatrice quella che negli ultimi due anni non ha svolto operazioni di vendita diretta dei propri prodotti all’estero;
  • è impresa esportatrice non abituale quella che nel biennio 2015-2016 ha svolto operazioni di vendita diretta dei propri prodotti all’estero per meno del 10% del proprio fatturato complessivo.

 

CONTRIBUTO

Le imprese dovranno presentare un progetto finalizzato a supportarle e prepararle a presentarsi sui mercati internazionali (per un massimo di due), attraverso servizi di consulenza esterna.

Il finanziamento a fondo perduto, in regime de minimis, copre il 50% delle spese sostenute da un minimo di € 3.000 fino a un massimo erogabile di €15.000

MINIMO PROGETTO: 6.000 euro

 

TIPOLOGIE DI AZIONI FINANZIATE

I progetti avranno inizio a partire dalla data di presentazione della domanda e dovranno concludersi entro il 31/03/2019. La prima attività obbligatoria e vincolante di tutti i progetti è l’analisi delle capacità e potenzialità dell’impresa per affrontare un percorso di internazionalizzazione, verificando ad esempio l’adeguatezza della struttura dell’impresa, la gamma dei prodotti, il materiale commerciale e la fattibilità di un progetto di internazionalizzazione (Assessment). PAESI TARGET: massimo 2

I progetti dovranno inoltre prevedere almeno due tra le seguenti attività collegate tra di loro:

  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera: sviluppo e/o miglioramento del sito Internet dell’impresa in lingua estera; traduzione nella/e lingua/e straniera/e di interesse del proprio materiale promozionale/brochure;
  • protezione del marchio dell’impresa: percorso di ottenimento della protezione e/o registrazione del marchio dell’impresa in uno o entrambi i Paesi di esportazione individuati nel progetto;
  • ottenimento delle certificazioni di prodotto: percorso finalizzato all’ottenimento delle certificazioni di prodotto necessarie all’esportazione in uno o entrambi i Paesi individuati nel progetto (escluse UNI-ISO);
  • E.M. Temporary Export Manager e/o T.M.M. Temporary Marketing Manager: percorso di affiancamento all’impresa da parte di un esperto senior in marketing internazionale e/o in comunicazione e web marketing, della durata di minimo quattro mesi, finalizzato a favorire l’implementazione di una strategia commerciale e l’accrescimento delle capacità manageriali dell’impresa. L’esperto senior potrà essere affiancato da una risorsa junior, inserita anche attraverso il ricorso al tirocinio formativo, per un minimo di quattro mesi;
  • partecipazione a massimo due fiere certificate “internazionali” in qualità di espositori nei paesi esteri indicati nel progetto e/o in Italia;
  • realizzazione di un proprio evento promozionale all’estero, con finalità commerciale, in uno dei paesi esteri indicati;
  • partecipazione ad incontri b2b con operatori esteri organizzati in Italia.

 

SPESE AMMISSIBILI

  1. spese di consulenza esterna volte ad identificare e sviluppare un percorso di internazionalizzazione pluriennale; (“ASSESSMENT” – per un importo non superiore a Euro 5.000,00, al netto degli oneri);
  2. spese per la predisposizione o revisione del sito internet dell’impresa in lingua straniera e per la sua pubblicizzazione tramite internet
  3. spese per la produzione di materiali promozionali (in lingua inglese o nelle lingue dei mercati di destinazione individuati nel progetto), ad esclusione della manualistica tecnica;
  4. spese per la registrazione e la protezione del marchio nei mercati di destinazione individuati nel progetto;
  5. spese per consulenze finalizzate alla registrazione del marchio e all’ottenimento delle certificazioni per l’esportazione nei mercati di destinazione individuati nel progetto;
  6. spese relative al “Temporary Export Manager” (TEM) e “Temporary Marketing Manager (TMM) (Senior) dedicato alla conduzione, coordinamento e gestione delle attività del progetto, con riferimento anche alle attività svolte nel paese target.
  7. spese relative alla risorsa Junior in affiancamento al senior TEM e/o TMM;
  8. spese per la partecipazione a fiere di livello internazionale all’estero svolte nei paesi esteri scelti dall’impresa o in Italia purché “certificate di livello internazionale
  9. spese di consulenza per la ricerca di partner commerciali o industriali, agenti, buyers per la realizzazione degli eventi promozionali di natura commerciali (b2b);
  10. spese relative all’organizzazione di incontri d’affari e visite aziendali di potenziali partner commerciali e produttivi nei paesi esteri scelti dall’impresa, incluse le spese di viaggio, vitto e alloggio dei rappresentanti delle imprese estere, con l’esclusione delle spese di viaggio, vitto e alloggio dei dipendenti, soci o rappresentanti dell’impresa beneficiaria del contributo, Spese per l’organizzazione di eventi promozionali di natura commerciale quali: affitto e allestimento sale, catering, hostess e/o interpreti;
  11. spese relative per la partecipazione a “incoming b2b” con operatori esteri dei paesi scelti dall’impresa.

 

Per la realizzazione di questa attività l’impresa proponente deve avvalersi di soggetti rientranti nell’elenco dei consulenti accreditati dal MISE per l’attività di internazionalizzazione.

 

TERMINI E MODALITÀ PER LA PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI CONTRIBUTO

Procedura valutativa con punteggio da 0 a 100: a parità di punteggio, avrà priorità la domanda presentata prima in ordine cronologico. L’apertura dello sportello è prevista il 31/05/2018 e fino al 02/07/2018.

La presentazione avverrà tramite l’apposita piattaforma dello sportello virtuale UNIONCAMERE.

Info: Gabriele Frisoni Tel 0541 760287 e-mail: gfrisoni@cnarimini.it

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

CNA Associazione Territoriale di Rimini
Piazzale leopoldo Tosi, 4 - Rimini
CF 91018600402

Powered by SIXTEMA Spa